Archive for agosto 2013

Lo so lo so
17 agosto 2013

Lo so lo so blog che ti trascuro e poi ti uso solo per lamentarmi.
Anzi, scrivo da te e penso a lui, il social network, con cui vorrei condividere sta roba perchè arrivasse dritta dritta a che dovrebbe. E che tu non sia lui ed io mi debba accontentare di te, per ragioni di correttezza politica che detesto, anche quando è politica economica e l’economia riguarda il portafogli mio! Insomma. Ce l’ho con un cliente. Una coppia di, per essere più precisa. E vorrei insultarli ma non posso, perchè quell’altro mio socio in affari nonché amatissimo fratello ogni volta se la prende per le mie maniere poco razionali. Devi trattarlo come un oggetto, mi dice. È uno dei clienti più buoni del sunrise, solo che la sua concezione di buono è diversa dalla mia. Nella sua ottica non posso dargli torto, sembra che una casa non ce l’abbiano, questi due disgraziati, e stazionano sempre sui nostri divani pranzo e cena, che ci vorrebbe un’ordinanza del sindaco anti bivaccamento. Spendono, tanto, per questo buoni sono buoni. Ma dal mio punto di vista fanno pietà, è gente a cui se potessi diplomaticamente scegliere di trattare a modo mio io sputerei in faccia w basta, senza tante spiegazioni. Ignorante di quell’ignoranza imformata e compiaciuta che si crede intellettuale. Cattiva, scientemente razzista, vuota, anzi no piena d’astio verso l’un l’altro e quindi il mondo intero. Formale, falsa, bisognosa di sentirsi servita per dimostrare la propria pseudo aristocraticità, “mò portamelo al tavolo va”, e tu con il succo già versato nel bicchiere che devi andare insieme a lei verso il tavolo che lei ha deciso, rigorosamente quello libero più lontano dal bancone possibile, e lei che ti cammina accanto con in mano niente. Dai mò, se vuoi ti pago il servizio.
Però mò se vuoi rivedermi da queste parte agli zingari non li devi più far entrare, che a me fa schifo bere nello stesso bicchiere in cui hanno bevuto loro, ci siamo capito? Ok. Lì ho risposto che da me sono liberi di venire tutti, zingari o no, purché siano educati e paghino il conto. Mi tremava la voce, però, ed intendevo che fosseRò loro, maleducati schifosi, a non poter entrare. Ma, oltre ad essere tutto lo schifo che io possa pensare di qualcuno, sono anche stupidi e non hanno capito. Oppure si, hanno capito, ma siccome la contessa vuole tornare lì, chè si è messa in testa di farsi mio fratello, fa finta di non aver capito e convince lui che pende dalle sue labbra, per poi, ne sono certa, farsi pendere addosso la prima che capita alla prima occasione utile. Fatto sta che io li odio, palesemente, e loro altrettanto palesemente odiano me. Lui ha iniziato a chiedermi un caffè, farmi andare al tavolo, e poi dirmi te ne ho chiesti due, è meglio che vai a dormire prima la sera. Ed io ho iniziato a rispondere che se ha qualche problema irrisolto a casa non è che se la può prendere con me. Di problema irrisolto, io, intendo la sua compagna che manda messaggi pornografici a mio fratello, dicendogli palesemente che se lui si mettesse con lei lei mollerebbe tutto, e mio fratello che è meno impulsivo di me e con gli stronzi si diverte, le risponde che lei dovrebbe lasciarlo prima cosicché lui si sentirebbe libero di provarci, che sennò ha i sensi di colpa. E lei glielo spiega, glielo spiega proprio, che non può lasciarlo prima, che se poi con lui non funziona lei cosa fa, perde tutti e due? È un rischio, lo capisci che non posso farlo amore? Ma lo farei, per te lo farei, se fossi sicura che tu poi resteresti con me io mollerei tutto, credimi io ti amo davvero noi siamo fatti per stare insieme. Lui mi fa leggere questi messaggi con gli occhi sgranati, mi dice non può essere vero che me lo spiega proprio così! E non le risponde! E lei è convinta che lui non le risponda perchè in realtà è innamorato di lei ma è talmente leale da non potersi sbilanciare a causa del fidanzato. E per questo lo ama ancora di più. Ma poi quando viene sta lì fa tutta l”iinnamorata, del fidanzato, e gli si siede addosso e fa tutte moine amore di qua amore di la e nello stesso tempo manda i messaggini che sta male. Ma state male davvero!!! Questo sicuro è!!! Insomma, io a questi due li incenerirei lì sul divano e gli direi che non possono avvicinarsi nei dintorni, che debbono stare a duecento metri almeno dall’ingresso. Un daspo gli darei. Chè degli incassi e dei buoni clienti me ne frega una sega. Ma poi mi tocca sentire tutti, che non sono professionale, che devo lavorare e non avere idee e gusti personali su chi servo. Solo che non ce la  faccio. Ho provato a vederli come dei poveri derelitti pieni di problemi e fragilità, a farmi smuovere dalla compassione. Ma non sono così compassionevole io, resisto mezza giornata e poi torno da capo. Avrete pure dei problemi ma siete stronzi, e perchè io debbo avere tutto il giorno tutti i giorni degli stronzi tra i piedi? Ho provato a considerarli sottosviluppati, non sono cattivi hanno solo raggiunto un grado diverso di sviluppo. Ma niente, pure gli animali hanno un grado diverso di sviluppo, ma non rompono i coglioni così. Insomma non c’è verso, lì vedo solo come inutilità, e nella mia visione del mondo io non ho la missione di sopportare o migliorare le inutilità, ho solo la missione di stare tranquilla e levarmele dai coglioni. Per cui blog, puoi capire quanto io soffra. E puoi capire quanto mi piacerebbe scriverlo di là, un bello status secco. E invece mi tocca accontentarmi di te. La faccenda suonerebbe tipo “È vero che il cliente ha sempre ragione, ma
è anche vero che un solo proverbio potrebbe non reggere la sindrome premestruale ed oggi potresti trovarti, d’.limprovviso, buttato fuori di quì con addosso quella specie di puttana di alto borgo che ti porti appresso. Attento.” Ecco, così sarebbe perfetto.
Ora speriamo che per qualche loro rara forma di follia non leggano te, blog. Che ora sei pure nei motori di ricerca col nome mio. Tu sei pericoloso! Ma poi credo che, se mi proprio mi cercano, allora è giusto che sappiano cosa penso. E pace! Ma non mi cercano blog, non mi cercano, tranquillo! Loro proprio mi detestano sul serio, non sono segretamente innamorati di me!!!! 😉