Archive for gennaio 2013

post facile!
22 gennaio 2013

Io adesso parlare facile facile così forse voi capire. Voi presente molletta su coglioni? Ecco, voi essere molletta sui coglioni! Voi potere levare me molletta sui coglioni? Io ringraziare!

ancora in mezzo alle pa…role?!!!!!
2 gennaio 2013

È passato tempo, sono passate stagioni scudetti stelline e triplete da sbandierare alla bisogna! Sono passate nascite, morti, ubriacature, bunga bunga, governi ladri governi tecnici ed assessorati, lacrime e melodrammi, baci e abbacci di ogni ordine e grado; raffreddori, nevicate, estati bollenti, autunni e molta primavera. Viaggi con ritorni o solo andate da progettare. Sono passati cani, gatti, chiacchiere, poesie, canzoni, ragioni e ragionamenti, illusioni, provocazioni, ingenuità, versioni diverse di fatti simili e versioni simili di fatti diversissimi. Paure incomprensibili e troppo facile coraggio. Sono passati furti fatti e subiti, è passato facebook, il blog e tutta una serie di strani accenti sottolineati. Status fraintendibili e quindi non fraintesi. Sorrisi, finti sorrisi, indifferenza, finta indifferenza dietro i monitor accesi. Risa convulse e derisioni mascherate. Polemiche, letture, libri, libri nel cassetto, lettere non spedite oppure si, troppe, alcune, non abbastanza. Sono passati errori, matrimoni, annullamenti e giudizi universali.

È passata una vita, siamo diventati passato, un puntino sbiadito e lontano.

È successo all’improvviso, o almeno così veloce percepisco adesso quel tempo in mezzo. È successo che le ferite sono rimarginate, chiuse, disinfettate, senza nemmeno più quel fascino che a volte aleggia intorno alle cicatrici di guerra. È successo che non ci sei più, nel sangue, nella testa e nei piedi. Nei racconti, nei sogni, nella fantasia. Finalmente.

E sarebbe più bello ed elegante e credibile e coerente non vedervi più nemmeno qui! Però ognuno è quel che è, ed io sono quella che lascia tutto a metà e poi torna indietro a chiudere tutte le parentesi e ci mette una vita. Che palle! Ma voi siete quelli che, chissà, davvero chissà, perchè, sono ancora qui. Adesso obiettivamente, ma che palle pure voi!